A VOLTE CI VUOLE UN PO’ DI PAZIENZA

Sì ma quindi…mamma cosa fai quando vedi le persone che non lavorano?” “Parlo con loro e cerco di capire perché fanno fatica a trovare un lavoro nuovo” “Ma quindi ti pagano per parlare con loro?” “Ehm…sì…”. La perplessità è lecita, perché in effetti fare il mio lavoro non significa solo accompagnare nella ricerca di una nuova occupazione persone che mostrano difficoltà tecniche nella ricerca del lavoro o che non hanno tutte le competenze e le potenzialità per mettere in atto una proficua attività di ricerca, ma anche a persone la cui storia lavorativa e personale ha in qualche modo frenato o disincentivato il loro percorso di inserimento o reinserimento lavorativo.

Ricordo ad esempio il caso di una beneficiaria disoccupata da due anni e mezzo, dopo diversi anni di lavoro nella medesima azienda. Mamma di una bambina piccola e senza aiuti concreti, la lavoratrice si è dedicata alla famiglia senza cercare con motivazione una nuova occupazione.

Aveva semplicemente (ma tanto semplice poi non è!) bisogno di nuovi stimoli, per non rischiare di adagiarsi nella sua condizione. E allora che si fa? Innanzitutto ci si conosce e si cerca di capire al meglio tutto quello che una persona sa fare, si mettono in evidenza tutte le potenzialità (quelli bravi direbbero che si elabora un bilancio delle competenze) la si prende per mano e la si sprona a muoversi. Si procede a una mappatura delle realtà del territorio cui la beneficiaria può proporsi e si fissano una serie di traguardi ravvicinati e a portata di mano, i progressi aiutano l’umore di tutti e con l’umore migliora anche l’efficacia della ricerca. A volte ci vuole un po’ di pazienza, in questo caso, il lavoro si dimostra subito utile, la beneficiaria si dimostra sempre più proattiva, attenta, puntuale e via via sempre più dinamica.

Incoraggiata dal lavoro fatto e pienamente cosciente delle sue potenzialità, viene proposta per una selezione dalla filiale, che nel frattempo ha avuto modo di conoscerla meglio.  Il colloquio si svolge con ottimi risultati e la beneficiaria ottiene un contratto via via prorogato, con buone possibilità di stabilizzazione.

 

Indietro