A volte costiamo un po’ di più

 Cosa dicono di noi

STRADELLA (PAVIA) – Tra il poco e il niente, meglio il poco. E accetti. Ma il poco è una truffa: lavoro italiano, stipendio romeno (come il contratto). Pagato in leu, la moneta romena che equivale a 0,21 euro. […] La condizione per ottenere un posto alla Ceva […] era una firma sul contratto proposto da Byway Jpb Consulting srl.
Che cos’è? Un’agenzia interinale con sede a Bucarest, alla quale – nell’infinita catena del ribasso a ogni costo – si era rivolta un’altra agenzia (lodigiana) alla quale aveva a sua volta fatto ricorso il consorzio di cooperative “Premium Net”, serbatoio di manodopera appaltato dalla Ceva. […] “Questi contratti – dice ancora Colognese – prevedono una retribuzione mensile di 1400 leu (307 euro), ma il costo del lavoro per l’agenzia è molto più basso. Ed è anche più bassa di quella che viene pagata in euro agli altri lavoratori”. […] Fisicamente le buste paga non sono arrivate: ci sono solo i contratti. Basta leggerli per capire il giochetto della Byway Jpb Consulting. “Somministrando i lavoratori dall’estero, pagano le tasse in Romania e risparmiano – spiegano alla Cgil – . Ma per il lavoratore dal punto di vista contributivo e fiscale non c’è traccia di niente”. Un escamotage a cui ricorrono le agenzie interinali (sfruttate dalle aziende) è la trasferta farlocca: fai risultare che il lavoratore “romeno” presta servizio in Italia, chessò, tre giorni al mese. E con le trasferte paghi una parte dello stipendio. […]
Saltato il tappo (venerdì ci sono stati momenti di tensione: i Cobas hanno cercato di forzare il blocco dei lavoratori), ora bisognerà accertare le responsabilità. Partendo dalla fonte. Sapeva il Consorzio Premium dei subappalti dei consorzi ai quali si rivolgeva? E che rapporto c’era tra l’agenzia interinale Sapiens di Lodi e i colleghi di Bucarest?
[…]
Per leggere l’articolo intero cliccare qui

La verità


Pare una provocazione o un’affermazione forte per chi come noi vuole stare sul mercato, eppure in questi giorni crediamo sia importante rimarcare questo concetto: costiamo un po’ di più, ma rispetto a chi?

Siamo un realtà seria che si confronta quotidianamente con altre grandi realtà in una corretta competizione. Le notizie apparse sui media nelle scorse settimane e che affondano le origini in fatti risalenti all’aprile del 2017, ci impongono di marcare la differenza; la differenza con realtà che non hanno nulla a che vedere con noi e che attraverso escamotage assumono dipendenti togliendo loro le tutele più elementari, pagandoli (poco) in valuta rumena, facendo figurare lavoratori in trasferta in Italia. 

Questo è emerso a Stradella di Pavia e qualcuno ha tentato di associare il nostro nome a queste operazioni delle quali siamo risultati totalmente estranei. 

Sapiens SPA è una realtà di dimensioni considerevoli, che ha sposato valori importanti facendo di questi il proprio DNA. Non ci vedrete accomunati a situazioni che calpestano le tutele fondamentali dei lavoratori, perchè crediamo nella dignità del lavoro e che lavoratori gratificati significhino qualità e, perchè no, vantaggio competitivo che unito alla professionalità da sempre di contraddistingue e può tradursi in uno dei motivi per i quali ci scelgono. 

Anche se talvolta costiamo un po’ di più.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *